PERCHE’ UN SITO?

Un grande interesse,diventato poi amore per l’India, mi ha portata a visitare più volte quel Paese, finchè all’interesse turistico si è aggiunta la spinta umanitaria. Da allora le mie visite in India sono state numerose e di tutt’altro genere ! Paese di cultura millenaria, di spiritualità sorprendente, di grandi ricchezze ma di altrettanto grandi povertà, l’India mi ha affascinata. Mi ha fatto conoscere persone eccezionali e mi ha portata alla determinazione di dover fare qualcosa di veramente utile per i più poveri tra i poveri, gli Adivasi, i reietti della società, coloro che vivono nei villaggi sperduti nella foresta della sterminata India rurale.
                                                                                                    MA COSA FARE DI PIU ‘ … ?
Pare che lungo il percorso della vita si debba lasciare  traccia del nostro passaggio… E quale traccia migliore che contribuire ad aiutare bambini molto meno fortunati dei nostri, dando loro l’opportunità di poter almeno godere dell’istruzione, frequentando una scuola?
Oltre alle cure mediche, alla alimentazione e alla educazione in generale, la scuola è assolutamente necessaria per potersi avvicinare al mondo che cambia velocemente.
Ma non tutti hanno una scuola nei loro villaggi, anzi … ed ecco che nasce l’idea.
L’amicizia con il Bramino indiano, Ram Prakash Sharma Yogi, docente universitario a riposo ed esaminatore di yoga per lo Stato del Madyah Pradesh e con la sua collaboratrice-discepola Ghita Antonella Zurini, che vive a Parigi ma che lo segue durante i suoi viaggi di studio, traducendo anche conferenze, seminari e colloqui vari, mi hanno indicato il cammino da percorrere. Durante una loro visita mi hanno parlato di un progetto che accarezzavano da tempo : costruire una scuola per i bambini, poveri tra i poveri, dei villaggi del Parco di Raneh Falls, presso Khajuraho, nell’India del Nord. Questi bambini, che già devono fare i conti con povertà, analfabetismo, malattie di ogni genere, con aids e alcolismo, non hanno una scuola se non a grande distanza, ragion per cui, nonostante l’obbligo statale, a scuola non ci possono andare.
                                               MA VORREBBERO ANDARCI !
Da qui l’idea di contribuire alla costruzione di un edificio scolastico nel loro villaggio.
                                              MA COME TROVARE I FONDI NECESSARI ?
La mia passione per la fotografia,naturalmente da autodidatta ed a livello amatoriale, me ne ha fornito lo spunto.
Con le foto migliori e più significative, raccolte in anni di viaggi in India, corredate da didascalie esplicative, ho realizzato un  calendario.
La cosa ha funzionato. mille calendari venduti in pochissimo tempo hanno reso diecimila Euro, una vera fortuna che ha permesso di dare l’avvio a quello che prima era solo un sogno ! Altri calendari e tre libri che raccontano di India e di esperienze personali (libri che sono tuttora a disposizione per la vendita) hanno contribuito a raccogliere fondi

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
                                                                                               LA SCUOLA E’ NATA !
Su un terreno donato anni prima da una coppia di italiani è nata una scuola bellissima. E’ composta da cinque aule spaziose, da un locale che serve per riposare, fare un sonnellino perchè  da Aprile in poi il caldo diventa davvero insopportabile e poi arrivano i Monsoni, le torrenziali piogge che impediscono ogni attività.  Una “gallery” dove poter avere un po’ di riparo, sia dal sole che dalla pioggia è una vera fortuna quando le temperature arrivano a 48-50 gradi … abbiamo cominciato alla fine del 2004 ed ora, nel 2010 …
                                                                                              LA SCUOLA E’ FINITA !
I bambini che hanno iniziato la prima elementare (seduti sotto un albero, mentre la scuola cresceva …) nel 2005, ora hanno dato gli esami di quinta elementare ed hanno ricevuto il Diploma della Scuola Primaria !
Certamente molte persone, strada facendo, hanno contribuito fattivamente alla realizzazione dell’opera ed è grazie allo sforzo di tutti che ora la Scuola, gratuita per i bambini poveri, “ cammina da sola”, continua la sua attività a favore dei bambini più bisognosi dando loro l’opportunità  di poter entrare a pieno titolo nella vita attiva del Paese.

                                                                                    SIAMO RIMASTE SOLE …
Nel 2009 il nostro grande Amico e Maestro, Ram Prakash Sharma  ci ha lasciati, “ha lasciato il corpo” come si dice in India, la Sua mancanza è davvero tangibile, il Suo conforto, la Sua esperienza e la grande conoscenza delle necessità e delle abitudini del Suo Paese erano ormai diventate patrimonio comune e la decisione di continuare ciò che Lui aveva voluto ci ha spronato a proseguire. Altri bambini, in altri villaggi, vivono gli stessi disagi, hanno le medesime necessità ed è per questo che la nostra opera non ha avuto soste, prosegue in un altro villaggio il suo cammino a favore dei più deboli: le donne ed i bambini.

Aiutiamo le donne con la concessione del micro credito, denaro che viene messo a frutto, oltre che per la sopravvivenza immediata, per creare condizioni lavorative ed attività varie che assicurano un guadagno minimo ma indispensabile alla famiglia. Ho da tempo iniziato una raccolta di indumenti usati, naturalmente in buono stato, per i bambini dei villaggi di Dongwa, Kundarpura e altri villaggi sparsi nelle riserve naturali del Parco di Raneh Falls, presso Khajuraho. Posso proprio affermare che la sensibilità e la generosità di tanti amici, vecchi e nuovi, non è certo mancata. Ho raccolto e spedito, annualmente, circa 9 quintali , tramite pacchi postali contenenti abitini, giacche a vento, pantaloni, scarpe e infradito, indumenti pesanti per affrontare l’inverno. La felicità traspariva dai loro occhioni neri e dai larghi candidi sorrisi. Le mamme ed i maschietti erano contenti, si vedeva … ma le bambine meno ! Chissà perchè ? Tutte le cose per i maschi andavano benissimo, erano molto contenti ma per le bambine era ben più difficile trovare qualcosa di adatto. E poi ho capito …le nostre bambine vestono in modo molto più moderno, minigonne, pantaloni … loro invece sono tradizionali ed era molto difficile trovare qualcosa adatto a loro. Volevo veder sorridere anche le bimbe ! Ed ecco l’idea di mettermi alla macchina da cucire e confezionare vestiti allegri, coloratissimi con balze, volants come piacciono a loro ! Ne ho cuciti circa 500 ! Davvero divertente, non si sentiva la fatica, sembrava di essere tornata all’infanzia e cucire i vestitini per le bambole. Ed erano davvero bambole ! Carine, pulite ed era una bellezza vedere tutti quei vestiti colorati correre nella monotonia del villaggio !

vestiti

 

La distribuzione di scarpe, abiti e quant’altro diventa una vera festa ! Tutto è occasione di festa in India e specialmente in un povero villaggio dove non succede mai nulla. La notizia è stata riportata su alcuni giornali locali con fotografie e notizie particolareggiate. Tantissime distribuzioni sono seguite nel corso degli anni e parecchie volte i giornali hanno commentato favorevolmente!

sito

 

                                                         LA SECONDA SCUOLA E’ FATTA !  FINITA  !

Lasciati i ragazzini nella scuola di Baryapura, quella finita nel 2010, abbiamo iniziato la nostra opera a Kundarpura, naturalmente  partendo da zero !  Per studiare sappiamo bene che ” serve un maestro, un libro, una lavagna ed un ragazzo con la voglia di studiare ! ” E noi abbiamo ricominciato così … seduti a terra, sotto un telo di plastica gialla e pochi rami secchi, una lavagna e un maestro. Nel 2015 è nata la nuova scuola ! Bellissima, ecologica, nello stile tribale adatto al luogo, in mezzo ad un grande appezzamento di terreno; è stato scavato un enorme pozzo che ci ha regalato tutta l’acqua che è servita per la costruzione della scuola ed ora per tutti gli usi domestici ! L’ASSOCIATION  DEVIDINE, con sede a Parigi (dove abita Antonella Zurini) e l’ ASSOCIAZIONE DEVIDINE ITALIA (che ora è diventata ONLUS) operano nello stesso modo e con gli stessi intenti : aiutare e sostenere le popolazioni povere tra i poveri dei villaggi del Parco di Raneh Falls, in India. Sul posto, a Khajuraho è la KABIR FOUNDATION che materialmente si occupa di tutto quanto concerne gli aiuti e tutte le necessità degli assistiti. Una “grande famiglia unita ” per lavorare meglio sul territorio indiano.

 

 

12509913_1221764947837925_2969741328877806193_n

                                                                       KUNDARPURA KIDS

Questo è scritto sul porticato della Scuola !

 

12625813_943733692368992_124211756_n

Oltre all’insegnamento tradizionale i nostri ragazzi hanno rivelato doti particolari per il canto, la danza e le arti marziali in genere. Sono veramente fantastici! Si sono confrontati in questi ultimi anni con i ragazzi delle scuole delle città vicine a Khajuraho riscuotendo un notevole successo e vincendo premi prestigiosi nelle categorie di appartenenza! Siamo davvero molto orgogliosi del lavoro svolto e dei risultati ottenuti. Abbiamo dimostrato che Nessuno è inferiore per casta, per nascita o per istruzione ad altri! Sono ragazzini intelligenti e avendo dato loro opportunità di imparare e la possibilità di esprimersi al meglio hanno ottenuto risultati eccellenti ! Ma non ci fermiamo qui, continueremo finchè sarà possibile a percorrere la strada tracciata da Ram Prakash Sharma, l’aiuto a chi non ha voce, a chi è debole ed ha bisogno di assistenza.

                                                                                     ADOZIONI A DISTANZA

Il nostro impegno costante, l’assidua presenza sul posto ed il continuo monitoraggio delle necessità delle singole famiglie che assistiamo è la migliore garanzia di un corretto e trasparente lavoro sociale. L’Adozione a Distanza dei bambini garantisce loro alimentazione sana, cure sia mediche che ospedaliere e la certezza che tutti possano accedere all’istruzione e di conseguenza la possibilità di affrontare il mondo nuovo che finora non hanno conosciuto.

prima-e-dopo

2010 … Venticinque bambini …                                                                  2015 … Centottanta bambini …

1933271_1000136986712894_6483492957657454281_o

    KUNDARPURA KIDS OGGI !

Per versamenti o donazioni di qualsiasi importo:     Banco BPM Agenzia 5 – 57128 Livorno

codice IBAN  IT04 K  05034 13906 000000002421

codice Swift

  

Presidente Association Devidine Francia : Antonella Zurini

Presidente Associazione Devidine Italia : Roberta Rossi

Vice-Presidente Associazione Devidine Italia : Giuliana Pedroli

Segretario Amministrativo Associazione Devidine Italia : Gabriella Cecchin

La quota associativa annuale è stabilita in Euro 15 (quindici).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

                                                                                     AIUTATECI  AD  AIUTARLI

Annunci